More stories

  • in

    Apple inizierà  la riapertura dei negozi negli Stati Uniti

    Anche negli Stati Uniti, da metà marzo, gli Apple Store sono chiusi a causa della pandemia in corso. La società però ha da poco dichiarato alla CNBC che, la prossima settimana, riaprirà alcuni negozi: "Siamo entusiasti di iniziare la riapertura dei negozi negli Stati Uniti la prossima settimana, a partire da alcuni negozi in Idaho, Carolina del Sud, Alabama e Alaska”. Al momento, quindi, è un ritorno in piccola scala in quanto saranno solo 6 i negozi che riapriranno, ma ciò consentirà ad Apple di monitorare da vicino la situazione e capire come comportarsi per il futuro. Il nuovo protocollo di distanziamento sociale, consentirà solo ad un numero limitato di clienti di entrare contemporaneamente e, per questo motivo, la società consiglia di preferire ancora gli acquisti online invece che il ritiro in negozio, anche laddove gli store saranno aperti. Inoltre, a scopo precauzionale, sia clienti che dipendenti, dovranno indossare le mascherine e dovranno sottoporsi al rilevamento della temperatura. Apple ha anche dichiarato che, in questi primi giorni, i negozi si concentreranno per lo più sulle riparazioni dei prodotti in quante numerose persone hanno i propri dispositivi in stallo a causa della chiusura improvvisa dei Genius Bar. Si tratta ancora di un piccolo passo ma è sicuramente un primo segnale positivo!  
     
  • in

    L’ultima beta di iOS semplifica lo sblocco iPhone mentre indossi una maschera

    Il Face ID è stata una grande idea, fino a quando noi tutti siamo stati costretti ad indossare mascherine, rendendolo pressoché inutile. Finalmente Apple, sembra essersi resa conto di questo problema ed è corsa ai ripari. Grazie all’ultima versione per gli sviluppatori di iOS 13.5, infatti, diversi utenti stanno segnalando un nuovo lieve miglioramento dello sblocco dell’iPhone senza dover togliere la maschera protettiva. Come mostrano diversi video che stanno circolando in rete in queste ore,  i dispositivi Apple con Face ID passeranno alla schermata di immissione del passcode se rilevano una maschera. Ciò non è utile solo se sblocchi il telefono dozzine di volte al giorno - cosa che facciamo tutti - ma aiuta anche a proteggere le persone non costringendo gli utenti a togliersi le maschere, esponendole potenzialmente al virus. Non è noto se questa funzione arriverà nella versione finale dell'aggiornamento software ma...speriamo di sì!  
     
  • in ,

    Google Maps compie 15 anni e si rifà il look!

    Google Maps compie 15 anni e, per festeggiare, ha rifatto il look alla propria app. Il cambiamento più lampante è sicuramente l'icona: è infatti scomparsa la classica mappa lasciando il posto ad un nuovo pin di Google su uno sfondo bianco. Anche l’interfaccia grafica dell'app ha subito una leggera modifica, con l’implementazione di cinque nuove schede (che andranno a sostituire le tre adesso esistenti) e sono: esplora, tragitto, salvati, contribuisci ed aggiornamenti. La motivazione alla base del restyling è legata alle funzionalità più recenti che Google ha aggiunto a Maps, come la maggiore attenzione ai contenuti inviati dagli utenti e la volontà di voler rispondere maggiormente ai propri bisogni. A tal proposito, Google ha annunciato un paio di nuove funzionalità anche se non arriveranno fino a marzo. La più significativa è l'aumento delle informazioni di crowdsourcing per il trasporto pubblico: non solo Google ti avviserà se un treno o autobus sarà affollato o meno ma invierà agli utenti anche informazioni relative alla temperatura o l'accessibilità per le sedie a rotelle. Insomma, tante novità! Se non l’hai già fatto, aggiorna subito l’app!  
       
  • in

    iOS 14? Supporterà gli stessi iPhone di iOS 13

    Uno degli aspetti negativi del possedere un device Apple non di ultima generazione è sicuramente il fatto che, dopo ogni aggiornamento, è una continua catastrofe: batteria scarica in poche ore ed iPhone rallentati. Questo sempre che l’aggiornamento sia compatibile! Le cose, però, sembra stiano per cambiare. Durante il prossimo WWDC di giugno, infatti, Apple dovrebbe presentare iOS 14 e iPadOS 14. Nell’attesa che arrivi quel momento, però, il francese sito web iPhonesoft ha rivelato alcune indiscrezioni: sembrerebbe che iOS 14 supporterà tutti i dispositivi che attualmente supportano iOS 13 (inclusi iPhone 6s, iPhone 6s Plus ed iPhone SE). Per quanto riguarda la gamma di iPad, invece, sembrerebbe che Apple abbandonerà il supporto per iPad mini 4, originariamente introdotto a settembre 2015 e iPad Air 2, introdotto a ottobre 2014. La notizia è ovviamente da prendere con le pinze, visto che ad oggi non vi è una conferma ufficiale. Speriamo però che Apple voglia finalmente mantenere “vivi” i nostri vecchi device!  
  • in

    Apple ha abbandonato i piani per implementare backup iCloud crittografati end-to-end

    Secondo un rapporto di Reuters, in seguito allo scontro con FBI di cui vi abbiamo parlato, Apple ha abbandonato i propri piani per rilasciare una versione crittografata end-to-end dei backup di iCloud. Il rapporto afferma che Apple stava lavorando alla funzione da più di due anni ma il rilascio è stato ora cancellato dopo che l'FBI ha sollevato preoccupazioni. Attualmente, infatti, Apple archivia i backup di iCloud in modo crittografato non end-to-end e ciò significa che la chiave di decodifica è archiviata sui server Apple. Con l’introduzione della crittografia end-to-end, invece, queste chiavi saranno conservate all’interno del device che le ha generate e ciò renderebbe impossibile l’accesso da parte di terzi. Come mai questo cambio di rotta rispetto a pochi giorni fa? Stando alla fonte di Reuters Apple ha a lungo riflettuto sul da farsi in seguito ai recenti scontri con l’FBI (che si sono aggiunti a quelli del 2016) e, per non aggravare la propria posizione ha deciso di “cedere”, in tutti i sensi. Reuters afferma che è possibile che altri fattori abbiano portato alla decisione di abbandonare l'iniziativa, come la paura che i clienti abilitino accidentalmente backup end-to-end senza rendersene conto, quindi dimentichino la password e perdano l'accesso a importanti informazioni personali come la libreria di foto.  
     
     
  • in

    iPhone di fascia economica? I primi render

    Nuovo anno, nuove indiscrezioni sul prossimo iPhone di fascia economica. Onelaks ha infatti pubblicato un nuovo video rendering che mostra come potrebbe essere il prossimo iPhone 9/SE2: con un design simile ad iPhone 8 ed il retro in vetro smerigliato. Per quanto riguarda il nome, ancora non si sa bene se verrà chiamato SE 2 o iPhone 9, in quanto si collocherebbe logicamente tra iPhone 8 e iPhone X: specifiche tecniche più avanzate di iPhone 8, ma privo del notch dell’iPhone X e modelli successivi. Per il momento sembra quindi affidabile, ancora una volta, l’analisi di Ming-Chi Kuo che per primo aveva ipotizzato lo stesso design dell'iPhone 8. Nel rapporto TF Securities, Ming-Chi Kuo afferma inoltre che i prezzi di iPhone SE 2 potrebbero partire da $399 per poi salire in base ai GB, come di consueto. Il nuovo iPhone "economico" sembrerebbe particolarmente mirato a incentivare l'acquisto per i proprietari di iPhone 6 e iPhone 6 Plus, che da quest'anno non possono aggiornare a iOS 13. Ci aspettiamo che l'iPhone 9 / SE 2 verrà annunciato in primavera (si parla di marzo)...sei tentato ad acquistarlo?
     
  • in

    Apple rilascia iOS 13.3

    Come preannunciato, iOS 13.3 è arrivato. Si tratta dell’ottavo aggiornamento ed è disponibile per tutti i dispositivi da iPhone 6S e successivi, fino all’iPod touch di settima generazione. L’ultimo aggiornamento ha sì risolto alcuni bug ma permangono ancora numerose criticità, un esempio tra tutti i problemi di connessione. Molti utenti, infatti, stanno lamentando in queste ora la possibilità di riuscire a connettersi solo tramite Wi-Fi e non mediante i propri dati mobili. Anche sul fronte batteria, malgrado le promesse, nessun significativo miglioramento. Quali sono dunque le nuove funzionalità? È stato implementato il parental control; nuove funzioni quando si ritaglia un video/foto; supporto per chiavi di sicurezza conformi a NFC, USB e Lightning FIDO2 in Safari. Per quanto riguarda la sicurezza, la pagina ufficiale iOS 13.3 di Apple elenca importanti correzioni per le vulnerabilità rilevate in FaceTime, Foto e WebKit (il motore dietro Safari). Cosa fare dunque? Malgrado alcuni problemi che permangono, iOS 13.3 è uno degli aggiornamenti migliori rilasciati fino ad ora. Puoi quindi eseguire l'aggiornamento senza problemi.  
  • in

    I legislatori statunitensi stanno esaminando iOS 13

    Il The Washington Post, proprio ieri, ha reso noto che i membri della sottocommissione antitrust della magistratura della Camera statunitense, stanno esaminando le nuove pratiche sulla privacy introdotte con iOS 13, rivolgendo la propria attenzione alle funzionalità di geo-localizzazione. Più specificamente, i legislatori temono che la nuova tecnologia di Apple, che limita l'accesso di terzi alle risorse di tracciamento dei dispositivi, si traduca in un comportamento anticoncorrenziale. In che senso? Con l'ultimo iOS, Apple ha notevolmente ridotto la possibilità per gli utenti di abilitare inavvertitamente le funzionalità di localizzazione e, quando il tracciamento è sempre attivo, una finestra pop-up appare periodicamente per ricordare agli utenti la configurazione e offre un'opzione per disattivarla. Peccato, però, che Apple non applichi questa politica per le app di sua proprietà. Inoltre, la società non informa i proprietari dei dispositivi che il loro hardware verrà utilizzato per una nuova funzione di "rilevamento offline" in crowdsourcing in grado di tracciare iPhone, iPad e Mac anche quando tali dispositivi non sono collegati a una rete. Il portavoce di Apple, Trudy Muller, ha così dichiarato a The Post che l'azienda sta lavorando con gli sviluppatori preoccupati per le nuove funzionalità di localizzazione.  
     
  • in

    Apple annuncia un evento a sorpresa per dicembre

    Apple ha appena annunciato, a sorpresa, uno speciale evento previsto per il 2 dicembre a New York, durante il quale si parlerà delle migliori app e giochi del 2019. Gli inviti sono stati spediti proprio in queste ore, generando la curiosità se davvero non verrà presentato nessun nuovo prodotto. Tutti gli eventi Apple sono normalmente trasmessi in streaming ma, questa volta, non è noto se questo evento verrà trasmesso in diretta: la pagina web degli eventi speciali di Apple, infatti, non fa ancora cenno all’imminente evento. Si tratta di una mossa un po’ insolita per Apple, che in genere rilascia un comunicato stampa per annunciare le migliori app dell'anno. Possiamo quindi immaginare un qualcosa di simile agli Apple Design Awards, una cerimonia di premiazione che si tiene ogni anno a giugno. Sembra così plausibile che Apple possa cogliere questa un'opportunità per dimostrare di essere impegnata tanto nelle proprie piattaforme software quanto nell'hardware, mantenendo i riflettori sugli sviluppatori di app. Si sa, noi siamo appassionati di app...speriamo verrà trasmesso in diretta!
  • in

    Un bug attiva la fotocamera dell’app iOS

    Nelle ultime ore, Facebook è dovuta correre ai ripari per risolvere un bug che attiva, involontariamente, la fotocamera degli iPhone mentre gli utenti utilizzano l’app. Il tutto è nato in seguito ad un tweet di un utente, Joshua Maddux, il quale ha pubblicato la registrazione dello schermo del proprio iPhone e, mentre scrolla l’app di Facebook, si vede partire improvvisamente la fotocamera. Così, subito il panico sui social. Alcuni utenti hanno immediatamente assunto il peggio - come ci si potrebbe aspettare, data la lunga storia di vulnerabilità della sicurezza, violazioni dei dati e esposizioni involontarie su Facebook nell'ultimo anno. Proprio la scorsa settimana, la società ha confermato che alcuni sviluppatori avevano conservato in modo improprio l'accesso ad alcuni dati degli utenti di Facebook per più di un anno. Il bug sembra interessare solo gli utenti iPhone con iOS 13 e coloro che hanno già concesso all'app l'accesso alla videocamera e al microfono. Si ritiene che il bug si presenti durante la visualizzazione delle "storie” nell'app e, al momento, una soluzione alternativa è quella di revocare semplicemente l'accesso alla videocamera e al microfono all'app di Facebook nelle impostazioni generali dell’iPhone. Nonostante le legittime preoccupazioni sulla sicurezza di Facebook, sembra che questo particolare bug non sia nulla di cui preoccuparsi, ha affermato Chris Morales, responsabile dell'analisi della sicurezza della società di sicurezza informatica, con sede nella Silicon Valley, Vectra. Facebook, intanto, ha annunciato di aver già rilasciato l’aggiornamento per risolvere il bug.  
  • in

    Rumors: iPhone 12 potrebbe ridursi nel 2020

    Ogni volta che Apple mette mano al design dei propri prodotti, sembra sempre un grande evento. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che siamo stati sempre condizionati ad aspettarci aggiornamenti incredibili. Ecco quindi che i primi rumors in merito all’iPhone 12 sono stati accolti con grande stupore. Phonearena.com ha infatti diffuso dei primi concept raffiguranti il prossimo iPhone: sembrerebbe che il prossimo melafonino non avrà più i contorni morbidi degli ultimi anni, per tornare ad un design più simile ad iPhone 4 e 5. È ovviamente ancora troppo presto per poter affermare che gli iPhone 2020 saranno esattamente così ma, possiamo pensare che, ci siano ottime possibilità. Quali saranno le altre novità? Al momento, sembra che il notch sarà più piccolo ma non scomparirà e avrà una fotocamera quadrangolare sul retro dotata di una videocamera Time-of-Flight (o ToF) in grado di misurare la profondità in modo molto più accurato rispetto ad una fotocamera normale. Infine, Ming-Chi Kuo ha anche affermato che Apple potrebbe ridurre le dimensioni dello schermo, passando da 5,8 pollici a 5,4 pollici. Ciò che PhoneArena non può mostrare, sono però  i cambiamenti interni che anche Apple ha pianificato: il più grande è, forse, l'inclusione del 5G su ogni modello (di cui vi abbiamo già parlato), ed il tanto atteso passaggio a USB-C. Chi vivrà vedrà!

    Photos credit: phonearena.com

  • in

    Il Black Friday in anticipo su Amazon, fino al 12/11

    Non vedi l’ora di cambiare smartphone o di comprare qualche accessorio tech? Ottime notizie, non dovrai aspettare il Black Friday. Da ieri, infatti, Amazon ha dato il via alla promozione “Tesori Nascosti”, dove potrai trovare ogni giorno, per cinque giorni, nuove offerte suddivise per categorie. Durante questi giorni di sconti (dall'8 al 12 novembre), inoltre, potrai usufruire di buoni sconto, su tantissimi prodotti, da inserire nel carrello prima di procedere al pagamento. Infine, non dimenticare di tenere sott’occhio anche le offerte lampo, cioè dei prodotti che resteranno scontati solo per alcune ore o fino ad esaurimento. Qualche esempio? Apple iPhone 11 (64GB) a 796€; Apple Watch Series 5 (GPS, 40 mm) a 448€; Apple iMac / 21,5 pollici a 595€; Xiaomi Mi 9T Smartphone295,20€; Huawei Psmart 2019 (Aurora Blu) a 169€; Cuffie Bluetooth Senza Fili iTeknic32,19€; Sony KD-43XG70, Smart TV LED da 43 pollici a 499€ e…molto molto altro. Non vogliamo farti salire l’ansia ma, pensa che potrebbe essere una buona scusa per risparmiare qualcosa sui regali di Natale!

    Vai alla pagina

     
Load More
Congratulations. You've reached the end of the internet.