More stories

  • in

    Cosa aspettarsi dall’evento Apple del 10 settembre?

    Ci siamo, martedì 10 settembre, presso il Steve Jobs Theater nel campus di Apple Park, si terrà il tanto atteso evento Apple il cui tema è l’innovazione. A fine agosto, sono stati infatti inviati ai media gli inviti, raffiguranti un logo Apple multicolore e, qualche giorno fa, anche l’iconico store della Fifth Avenue a New York City è stato trasformato in mega cubo arcobaleno. Coincidenze? Cosa significherà? Tra le varie speculazioni, si ipotizza che il logo multicolore mostri i colori dei nuovi iPhone: verde, blu, giallo, rosso e viola. Ma cosa aspettarsi dall’evento? I nuovi iPhone avranno dei significativi miglioramenti della fotocamera, vi saranno dei modelli Apple Watch in nuovi materiali con forse l’aggiunta di aggiornamenti hardware e servizi, ci saranno novità sul prossimo servizio di streaming, TV + e il servizio di abbonamento di giochi, Arcade, rivelando una nuova Apple TV. Inoltre, si è parlato molto anche di un enorme MacBook da 16 pollici. L’evento, si terrà alle ore 19:00 (ora italiana) e potrai seguire la diretta dal sito web Apple. Se, però, non potrai collegarti alla diretta streaming, segui la nostra pagina Facebook per aggiornamenti live su tutte le novità presentate…stay tuned!
  • in

    Accidentalmente svelata la data di lancio dell’iPhone 11

    Sono molti i rumors che si sono susseguiti in merito ai nuovi iPhone, mancava soltanto sapere la data di presentazione…che non è più un mistero. Il famoso sito web giapponese Mac Otakara ha infatti pubblicato una dichiarazione di Ken Miyauchi, Presidente della SoftBank, che durante la presentazione del rapporto sugli utili trimestrali della società giapponese, ha accidentalmente comunicato la data di lancio degli iPhone 2019. Ma cosa è successo? In Giappone, dall’1 ottobre, entrerà in vigore una legge sulle telecomunicazioni per far sì che gli operatori possano offrire piani tariffari svincolati dagli iPhone. Rispondendo così ad una domanda su come pensava di comportarsi riguardo ai device Apple, Miyauchi ha affermato di non sapere ancora come andranno le cose nei 10 giorni intercorrenti tra l’arrivo degli iPhone e l’entrata in vigore della legge. Ciò fissa la data di lancio di iPhone 11 al 20 settembre (un venerdì), che ben si adatta alle presentazioni degli anni precedenti, avvenute sempre di venerdì. Comprensibilmente, Miyauchi ha cercato di rimediare al suo errore ma…il danno era ormai fatto!
  • in

    Apple accusata di manipolare l’App Store

    Apple nega che i risultati della ricerca nell'App Store diano la priorità alle proprie app rispetto alla concorrenza ma, un nuovo rapporto del Wall Street Journal, sembra confutare tale affermazione. In effetti, il rapporto rileva che nel 60% delle categorie di app sull'App Store, Apple ha classificato le proprie app per prime. Un ottimo esempio è Apple Maps, che supera Google Maps e Waze nelle ricerche, nonostante il fatto che queste ultime due app concorrenti siano molto più popolari. Dal canto suo, Apple sostiene di classificare le app in base alle corrispondenze dei nomi cercati e ai "dati sul comportamento degli utenti", con un totale di 42 fattori che determinano il modo in cui le app vengono classificate nella ricerca. Apple mantiene ancora segreto l'algoritmo di classificazione, che sostiene sia quello di impedire la manipolazione dei risultati di ricerca da parte degli sviluppatori. Il rapporto del Wall Street Journal arriva, però, in un periodo difficile per Apple, la quale sta affrontando sia un'indagine antitrust in Europa su Apple Music e Apple News che il Congresso per testimoniare su tecnologia e concorrenza.  
     
  • in ,

    FaceApp, che fine fanno le tue foto?

    Sta spopolando nel corso delle ultime ore: si tratta di FaceApp, un’app russa che permette di applicare dei sorprendenti filtri alle tue foto. Se hai dei profili social, infatti, negli ultimi giorni avrai visto i tuoi amici, o personaggi famosi, improvvisamente invecchiati. Insieme al successo, però, sono arrivate le prime lamentele in merito alla privacy, facendo alzare un vero e proprio polverone anche se sembrerebbe che FaceApp non stia facendo nulla di particolarmente insolito. Volendo fare un po’ di chiarezza in merito, senza creare falsi allarmi possiamo riassumere dicendo che sì, FaceApp archivia le nostre foto su dei server ma tutti i dati vengono cancellati entro 48 ore. I server inoltre, al contrario di quanto si è detto, sono americani e non russi (es. Amazon AWS e Google Cloud). Questa è quanto dichiarato dal CEO di FaceApp Yaroslav Goncharov, il quale ha anche comunicato che gli utenti possono inviare la richiesta di cancellazione dei propri dati dai server tramite l’app. Ovviamente, non sappiamo se ciò sia vero ma, vale la pena ricordare, che carichiamo continuamente le foto dei nostri volti sui server di colossi come Facebook o Google e sembra strano ricordarsene soltanto adesso. Tu cosa ne pensi di tutta questa faccenda?
     
  • in

    Dr. Mario World è ora disponibile per il download per iOS e Android

    Se sei un nostalgico dei giochi anni ’90 o un fan della saga Dr. Mario oggi è gran giorno. Con un giorno di anticipo rispetto a quanto era stato comunicato, infatti, è stato rilasciato il gioco Dr. Mario World, sia per iOS che Android. Il gioco è basato sulla versione Nintendo creata nel 1990 per NES e Game Boy e, nelle vesti di Dr. Mario (o forse solo un collega del Dr. Mario? non è chiaro), dovrai curare i "virus" abbinando i colori delle pillole in puzzle sempre più difficili. Un vero e proprio rompicapo multicolore, già in vetta agli store, che ti porterà in 5 mondi per un totale di 169 livelli. Dovrai usare tutto il tuo ingegno per combattere i virus, abbinando almeno 3 oggetti dello stesso colore e avvalendoti anche di abilità speciali per riuscire nell’impresa. Grazie al team degli amici di Dr. Mario (Dr. Peach, Dr. Bowser, Goomba, Koopa e Nella) inoltre, potrai unire logica e gioco di squadra per debellare definitivamente i virus. I gioco è scaricabile gratuitamente ma, come molti giochi, vi sono numerosi acquisti in app (che possono arrivare fino a 21,99€) per sbloccare contenuti aggiuntivi. Se non riesci ad aspettare, vai a scaricarlo immediatamente, Dr. Mario è nello store che ti aspetta!  
    Scarica Dr. Mario World per Android - Google Play Store Scarica Dr. Mario World per iOS - App Store
  • in

    Crollano i prezzi di iPhone XR

    Settembre non è poi così lontano e, nell’attesa che escano i nuovi iPhone, stiamo assistendo ad un calo del prezzo dell’iPhone XR. Su Amazon, infatti, è possibile trovare questo smartphone, in diverse colorazioni e dimensioni di storage, ad un prezzo che parte da 683€ con la modalità di acquisto “venduto e spedito da Amazon”. Se quindi stai pensando di sostituire il tuo iPhone, valuta bene questa offerta che, per il momento, è tra le più basse in circolazione. Inoltre, al momento del pagamento, ti verrà applicato un ulteriore sconto di 36€. Quali sono le specifiche tecniche dell’iPhone XR? un display da 6.1” con notch e risoluzione HD+, fotocamera posteriore da 12 Megapixel ed anteriore da 7. Supporta il Face ID, la ricarica wireless e certificazione IP 67. L’offerta è a tempo limitato. 
    Ecco alcuni link diretti per le offerte: iPhone XR a 683€ da 64GB Apple iPhone XR (64GB) - Giallo Apple iPhone XR (64GB) - Nero Apple iPhone XR (64GB) - Bianco iPhone XR a 787€ da 128 GB Apple iPhone XR (128GB) - Nero Apple iPhone XR (128GB) - (PRODUCT)RED Apple iPhone XR (128GB) - Bianco
  • in

    iOS 13, finalmente presentato al WWDC

    Lunedì, a San Jose (in California), ha avuto luogo la Worldwide Developer Conference (WWDC) 2019 durante la quale Apple ha presentato tantissime novità. Nello specifico, oggi vi parleremo di iOS 13, che migliorerà significativamente le prestazioni del tuo iPhone. Un esempio? le dimensioni delle app verranno ridotte del 50%, gli aggiornamenti fino al 60% ed è stato promesso che le app si apriranno due volte più velocemente. Per chi ha device con chip A9 (e superiori) sono arrivate le nuove momoji, che saranno finalmente supportate anche da app di terze parti in quanto verranno salvate direttamente nella tua tastiera. Anche la fotocamera si trasforma, aggiungendo nuove modalità ritratto per dare una nuova profondità ai tuoi scatti. Ebbene sì, anche Siri si è rifatta il look: avrà ora una voce meno metallica ed interagirà maggiormente con l’interlocutore. Come anticipato, ci sono novità anche per Safari (i file scaricati dal browser potranno essere salvati direttamente su iCloud), il limite di 200 MB per il download delle app è stato eliminato ed è stata introdotta la modalità dark per il sistema operativo e app. La cosa bella è che queste sono solamente alcune delle novità introdotte mentre, la notizia cattiva, è che dovremmo aspettare l’autunno per averlo sui nostri device.
  • in

    Dopo 4 anni, Apple lancia il suo nuovo iPod touch

    Sei un fan dell’iPod touch? Bene, il tuo grande giorno è finalmente arrivato! Apple, infatti, ne ha già lanciato sul mercato una nuova versione, del tutto aggiornata. Dopo ben 4 anni, si tratta del primo aggiornamento, dal momento che la sesta generazione di iPod touch è stata rilasciata a luglio 2015. Cosa ci sarà di nuovo? Apparentemente non sembra molto cambiato: ha un display a 4 pollici, il tasto home, due fotocamere e 6 diverse colorazioni (osa, argento, grigio siderale, oro, azzurro e la versione Product Red). In realtà, se guardiamo le specifiche tecniche, il nuovo iPod touch può essere comparato ad un iPhone 7, in quanto supporta lo stesso chip A10 che fornisce al nuovo iPod la potenza necessaria per supportare alcune nuove funzionalità, come FaceTime di gruppo e le app di realtà aumentata ARKit di Apple. Apple afferma che, rispetto al modello precedente, la versione aggiornata offrirà prestazioni CPU fino a due volte più veloci e grafica fino a tre volte più veloce. Collegandoti al sito web di Apple ti sarà già possibile acquistarlo ed i prezzi ufficiali sono: 249€ (32GB), 359€ (128 GB) e 469€ (256 GB).
     
  • in

    Ordinare cibo da Google Maps? Presto si potrà!

    Come sempre prima negli Stati Uniti ma, qualche giorno fa, Google ha annunciato il lancio della sua nuova funzionalità integrata a Google Search, Maps e Assistant: la consegna di cibo a domicilio. Questa nuova feature funzionerà grazie alla partnership con società di consegna esistenti come DoorDash, Postmates e ChowNow e si tradurrà nella possibilità di ordinare senza dover ricorrere ad un’app aggiuntiva. In Google Maps, apparirà un nuovo pulsante "Ordina online" che verrà visualizzato durante la ricerca di un ristorante convenzionato e potrai scegliere tra ritiro o consegna a domicilio. Se il ristorante lo supporta, le selezioni degli ordini saranno interamente effettuate tramite l'interfaccia di Google e Google Pay. Inoltre, Google sta portando questa funzione nell’app iOS e Android di Assistant, dove ti basterà dire "Ehi Google, ordina cibo da [nome del tuo ristorante da asporto preferito]" oppure riordinare il tuo normale pasto con nient'altro che la tua voce. Questa è solo l'ultima di una serie di funzioni relative ai ristoranti che Google ha recentemente aggiunto alle sue app e ai suoi servizi e non vediamo l’ora sia disponibile anche in Italia e resto d’Europa.
      [embed]https://twitter.com/Google/status/1131609930643988481[/embed]
  • in

    Apple acconsente ad informare gli utenti se gli aggiornamenti di iOS rallenteranno gli iPhone

    Nonostante sia passato del tempo, Apple deve ancora superare il problema del rallentamento (voluto) degli iPhone non di ultimissima generazione e con batterie obsolete. Proprio oggi, però, un gruppo di sorveglianza dei consumatori nel Regno Unito ha annunciato che Apple ha accettato di informare gli utenti se i futuri aggiornamenti di iOS influenzeranno, o meno, le prestazioni di un iPhone. Come rilevato da CNBC, l'Autorità britannica per la concorrenza e i mercati (CMA) ha iniziato ad indagare sul problema all'inizio del 2018 ma, oggi finalmente, il governo britannico ha annunciato sul proprio sito web che “per garantire la conformità con la legge sui consumatori, Apple ha formalmente accettato di migliorare le informazioni che fornisce agli utenti in merito alla salute della batteria dei loro telefoni e l’impatto che il sistema operativo potrebbe avere sulle prestazioni dei loro smartphone”. Da quando è emerso il problema, Apple ha notevolmente migliorato gli strumenti disponibili per i consumatori: con il rilascio di iOS 11.3 lo scorso febbraio, per esempio, sono state aggiunte nuove funzionalità per la gestione della salute e delle prestazioni della batteria. Adesso, però, nel caso in cui Apple dovesse violare uno qualsiasi degli impegni presi, la CMA potrebbe agire per vie legali.
  • in

    iPhone XR 2019 sarà  disponibile in due nuovi colori

    Dopo l’iPhone 5C, l’iPhone XR è stato il primo device ad esser disponibile in una vasta gamma di colorazioni e, quest’anno, sembrano esserci ulteriori novità. Secondo il report pubblicato sul blog Macotakara, infatti, il nuovo iPhone XR sarà disponibile in sei differenti colori di cui due completamente nuovi. Rimarranno il bianco, il nero, il giallo e il rosso (Product RED) ma quest’anno si aggiungerà anche il verde ed il lavanda. Sembrerebbe quindi che queste due ultime opzioni di colore sostituiranno l’iPhone corallo e blu. Inoltre, sembrano confermati i rumors sul nuovo processore A13 di Apple, oltre alla presenza di una nuova fotocamera a doppia lente inserita in un dosso quadrato. Non ci si sbilancia troppo, invece, in merito alla ricarica wireless bilaterale, un'antenna ridisegnata ed una batteria più grande. Ad ogni modo, l'iPhone XR 2019 assomiglierà al suo predecessore, con uno schermo da 6.1 pollici ma con un intaglio e cornici più sottili.

    Foto di TheAppleHub

     
  • in

    Crea originali fiori origami

    Con Origami Flowers potrai scoprire l'antica arte della piegatura della carta. L’app, infatti, ti spiegherà passo passo come piegare dei semplici fogli di carta per trasformarli in bellissimi fiori di origami. Fiore di ciliegio? Fiordaliso o Tulipano?
Load More
Congratulations. You've reached the end of the internet.