More stories

  • in

    Apple inizierà  la riapertura dei negozi negli Stati Uniti

    Anche negli Stati Uniti, da metà marzo, gli Apple Store sono chiusi a causa della pandemia in corso. La società però ha da poco dichiarato alla CNBC che, la prossima settimana, riaprirà alcuni negozi: "Siamo entusiasti di iniziare la riapertura dei negozi negli Stati Uniti la prossima settimana, a partire da alcuni negozi in Idaho, Carolina del Sud, Alabama e Alaska”. Al momento, quindi, è un ritorno in piccola scala in quanto saranno solo 6 i negozi che riapriranno, ma ciò consentirà ad Apple di monitorare da vicino la situazione e capire come comportarsi per il futuro. Il nuovo protocollo di distanziamento sociale, consentirà solo ad un numero limitato di clienti di entrare contemporaneamente e, per questo motivo, la società consiglia di preferire ancora gli acquisti online invece che il ritiro in negozio, anche laddove gli store saranno aperti. Inoltre, a scopo precauzionale, sia clienti che dipendenti, dovranno indossare le mascherine e dovranno sottoporsi al rilevamento della temperatura. Apple ha anche dichiarato che, in questi primi giorni, i negozi si concentreranno per lo più sulle riparazioni dei prodotti in quante numerose persone hanno i propri dispositivi in stallo a causa della chiusura improvvisa dei Genius Bar. Si tratta ancora di un piccolo passo ma è sicuramente un primo segnale positivo!  
     
  • in

    L’ultima beta di iOS semplifica lo sblocco iPhone mentre indossi una maschera

    Il Face ID è stata una grande idea, fino a quando noi tutti siamo stati costretti ad indossare mascherine, rendendolo pressoché inutile. Finalmente Apple, sembra essersi resa conto di questo problema ed è corsa ai ripari. Grazie all’ultima versione per gli sviluppatori di iOS 13.5, infatti, diversi utenti stanno segnalando un nuovo lieve miglioramento dello sblocco dell’iPhone senza dover togliere la maschera protettiva. Come mostrano diversi video che stanno circolando in rete in queste ore,  i dispositivi Apple con Face ID passeranno alla schermata di immissione del passcode se rilevano una maschera. Ciò non è utile solo se sblocchi il telefono dozzine di volte al giorno - cosa che facciamo tutti - ma aiuta anche a proteggere le persone non costringendo gli utenti a togliersi le maschere, esponendole potenzialmente al virus. Non è noto se questa funzione arriverà nella versione finale dell'aggiornamento software ma...speriamo di sì!  
     
  • in

    Palestre chiuse? Allenati a casa con le app!

    Lo smartphone non può certo sostituire un personal trainer professionista ma, come si dice, a mali estremi…estremi rimedi! Fino a quando le palestre resteranno chiuse, infatti, stanno spopolando numerose iniziative ed app per allenarsi in casa, anche mediante le live nelle più popolari piattaforme social. Oggi, dunque, vogliamo segnalarvi proprio di un’app gratuita per il fitness, disponibile sia per iOS che Android. Si tratta di Cyberobics, della catena di palestre McFIT, che hanno reso i propri contenuti totalmente liberi fino alla fine dell’emergenza COVID-19. È importante sottolineare come l’allenamento non sia importante solo a livello fisico ma per il benessere generale della persona. Il movimento, infatti, aiuta ad alleviare stress e tensioni ed assicura così anche un equilibrio psicologico e fisico. All’interno dell’app si sono davvero moltissimi corsi: lezioni di danza, yoga e pilates, sessioni HITT e molto altro. Trattandosi di un’app americana, al momento i video presenti sono in lingua inglese con doppiaggio in lingua italiana ma, nei prossimi giorni, ci saranno anche dei corsi live con istruttori italiani. Un’occasione da non perdere, gratis per di più! Come sempre, se non dovessi trovare l’app sugli store, niente panico, ecco i link:
  • in

    Anche la pubblica amministrazione si fa smart

    Se c’è un risvolto positivo di questa pandemia, è forse la maggiore attenzione che si sta dando all’innovazione su tutti i fronti. Così, dopo anni di lavoro al riguardo, da lunedì è finalmente arrivata “IO” l’app grazie alla quale le pubbliche amministrazioni saranno a portata di smartphone. Sono numerosi i servizi che possono essere espletati tramite l’app senza bisogno di ricorrere a carte e file interminabili ma al momento, come tutti i progetti in fase di avvio (l’app è infatti in fase beta), sono ancora poche le amministrazioni presenti sulla piattaforma. Per accedere all’app servirà lo Spid o la carta d'identità elettronica (CIE) e, una volta dentro, basterà scegliere l’area geografica d’interesse per poter accedere ai servizi disponibili. Un esempio? Potrai pagare i tributi, la mensa scolastica, la Tari e tanto altro. Inoltre, potrai essere sempre aggiornato in merito a scadenze ed avvisi, così come potrai pagare il bollo auto e richiedere il certificato di proprietà di un veicolo in quanto, anche l’Aci, ha aderito. L’app, disponibile sia per iOS che Android, potrebbe inoltre essere uno strumento utile proprio per l’imminente Fase2 di riapertura del Paese. Speriamo quindi che siano sempre di più che PA che aderiranno in modo tale da farlo diventare un progetto davvero funzionale. Vuoi scaricare l’app ma non la trovi sullo store? Ecco i link dove poterla scaricare: