More stories

  • in

    Adware trovato in altre app con oltre 1,5 milioni di installazioni

    Settimana nuova, virus nuovo! Questa volta, un rapporto ha rilevato che due app di fotografia del Google Play Store, con bel oltre 1,5 milioni di download, nascondevano un adware. Il rapporto, proveniente dalla società di sicurezza mobile Wandera, afferma che le app in questione mostravano delle pubblicità pop-up, le quali attivavano dei servizi in abbonamento. Di quali app si tratta? La prima si chiama Sun Pro Beauty Camera e ha avuto oltre 1 milione di download, mentre la seconda app - Funny Sweet Beauty Camera - ha avuto poco più di 500.000 download e, fortunatamente, sono state entrambe rimosse dal Play Store. Queste, pertanto, sono altre app che si vanno ad aggiungere alle precedenti 85 app eliminate lo scorso mese dallo Store di Google. Qualora tu non lo abbia fatto, procedi subito alla rimozione di queste fastidiose app (assicurandoti di averle davvero eliminate della tuo device) e condividi la notizia con i tuoi amici!
  • in

    Mega Call Recorder Pro

    Grazie ad Mega Call Recorder Pro puoi registrare tutte le chiamate che vuoi, scegliere le chiamate da salvare automaticamente e quelle, invece, da ignorare. Ascolta la registrazione, aggiungi note e condividila. Inoltre, l'integrazione con i servizi web storage ti consente anche di salvare le chiamate

    Cosa aspetti? Scarica subito l'AppGratuita di oggi!


  • in

    È arrivato Android 10!

    E vero, per il momento è principalmente supportato dai Pixel di Google ma ciò non toglie che Android 10 sia finalmente disponibile. Tra le novità che tutti stavano aspettando c’è, sicuramente, la modalità scura e, su questo, Android 10 non delude. La nuova modalità, infatti, aiuterà le prestazioni della batteria per il tuo telefono OLED ed è supportata da un numero sempre maggiore di app: Gmail ancora no (come mai?). Un’altra modifica importante è la navigazione gestuale aggiornata, la quale resta facoltativa e potrai comunque continuare ad utilizzare la vecchia navigazione a tre pulsanti che Android offre da tempo. Vi è poi la Smart Reply aggiornata, che suggerisce azioni dalle tue notifiche: ad esempio, se una notifica include un link, Smart Reply suggerirà di aprirlo in Chrome. Ci sono anche un paio di funzionalità per la privacy e la sicurezza, inclusa la possibilità di condividere la tua posizione con le app solo mentre le usi e una nuova sezione Privacy in Impostazioni che ti dà accesso ai controlli per la gestione della cronologia web e delle app. Con i nuovi aggiornamenti di sistema di Google Play, l'azienda ora può anche inviare importanti correzioni di sicurezza e privacy direttamente al telefono dal Google Play Store, senza dover così passare attraverso il processo di aggiornamento del sistema. Dati i lenti cicli di aggiornamento di Android, questa è una nuova importante funzionalità. Come per le versioni precedenti, questi sono solo alcuni dei punti salienti e, nuove funzionalità, potrebbero essere introdotte con le prossime beta.
     
  • in

    Resize Me PRO

    Resize Me è una semplice utility che permette di ridimensionare le foto in modo veloce e rapido, per poi poterle condividere via email od attraverso i popolari social networks come Twitter e Facebook. Potete inoltre decidere se mantenere o meno i dati EXIF ed i dati GPS spuntando i due relativi campi messi a disposizione nelle impostazioni.


  • in

    Huawei sfida Google Maps

    Secondo un rapporto del China News, gestito dallo Stato, Huawei sta sviluppando un proprio "servizio di mappatura" progettato per sfidare Google Maps, ma non come ci si potrebbe aspettare. Il servizio è infatti destinato agli sviluppatori di software, il che significa che le app che offrono servizi di navigazione, o di guida, potranno usufruire della tecnologia di mappatura pianificata da Huawei invece di costruirne una propria. Tale servizio, chiamato Map Kit, arriva sulla scia delle restrizioni commerciali del governo degli Stati Uniti su Huawei, che hanno costretto l'azienda a reinventarsi per costruire il proprio hardware e software per ridurre la dipendenza dalla tecnologia prodotta dagli Stati Uniti. Il rapporto afferma che Map Kit sarà presentato a ottobre, coprirà 150 "paesi e regioni”, sarà disponibile in 40 lingue e fornirà ampi servizi di navigazione, tra cui informazioni sul traffico in tempo reale di altissima precisione. Questo servizio, sarà fondamentale se la società tecnologica intende mantenere la propria posizione nei mercati esteri e non si può escludere la possibilità che, un giorno, Huawei potrà superare i colossi come Google ed Apple.
  • in

    Molti device Android sono a rischio acheraggio

    È da qualche ora in rete la notizia della scoperta di alcune falle di sicurezza nei dispositivi Qualcomm Snapdragon, che consentirebbe agli hacker di avere un facile accesso ai cellulari Android e altri gadget tramite Wi-Fi. Secondo quanto comunicato da Tencent Blade, il difetto di sicurezza (ora soprannominato "QualPwn") consentirebbe a terze parti di inviare un pacchetto di dati dannosi via etere per ottenere pieno accesso a un telefono e ai suoi dati. Tutti i device basati sulla famiglia di processori Snapdragon di Qualcomm, pertanto, sono sensibili alla minaccia. Tencent Blade ha aggiunto che praticamente tutti i dispositivi alimentati dallo Snapdragon 835 o 845 saranno a rischio, come ad esempio il Google Pixel 2. Poiché i Snapdragon Qualcomm sono tra i processori più popolari presenti nei device Android, un'enorme fascia di dispositivi è vulnerabile a questo grave problema tecnico. Per fortuna, produttori e sviluppatori di software sono stati informati del problema e grazie all’ultimo aggiornamento Android, il problema sembra esser risolto. Tuttavia, il fatto che così tanti telefoni siano potenzialmente a rischio dipinge un quadro problematico per la sicurezza complessiva del dispositivo Android. Se non lo hai fatto, sei quindi invitato ad aggiornare il prima possibile.
  • in

    L’app per i veri wine-lover!

    Winemapp ti consentirà di esplorare tutte le DOP dei vini d'Italia attraverso una mappa interattiva con cui scoprire aree di produzione dei vini, tipologie e vitigni. Ovunque tu sia, scopri i vini locali e quali cantine puoi visitare!


  • in

    Venderesti il tuo volto a Google per 5 dollari?

    Google ha molti modi per raccogliere dati sugli utenti ma, negli ultimi giorni, si sta avvalendo di un modo davvero particolare. Sembrerebbe, infatti, che alcuni dipendenti di Google stiano fermando persone a caso per strada offrendo loro 5$ in cambio dei loro dati del volto. Dopo aver accettato l'offerta, viene consegnato un telefono che servirà per scansionare il volto e provare a sbloccare il device. Una volta terminato il test, viene offerta una carta regalo Amazon o Starbucks da 5$ o, almeno, è quello che sta accadendo in diverse città statunitensi. Cosa significa tutto ciò? Nonostante lo strano metodo, Google sembra stia cercando di raccogliere più dati possibili sui volti testare il “Face ID” presente sui prossimi Pixel 4, al fine di perfezionarne la tecnologia prima del suo evento di ottobre. Speriamo che tutto ciò finisca per produrre un sistema di riconoscimento facciale che possa realmente competere con quello che Apple ormai usa da diversi anni. Ma tu, cosa faresti se ti venissero offerti i 5$...accetteresti? 
     
  • in ,

    FaceApp, che fine fanno le tue foto?

    Sta spopolando nel corso delle ultime ore: si tratta di FaceApp, un’app russa che permette di applicare dei sorprendenti filtri alle tue foto. Se hai dei profili social, infatti, negli ultimi giorni avrai visto i tuoi amici, o personaggi famosi, improvvisamente invecchiati. Insieme al successo, però, sono arrivate le prime lamentele in merito alla privacy, facendo alzare un vero e proprio polverone anche se sembrerebbe che FaceApp non stia facendo nulla di particolarmente insolito. Volendo fare un po’ di chiarezza in merito, senza creare falsi allarmi possiamo riassumere dicendo che sì, FaceApp archivia le nostre foto su dei server ma tutti i dati vengono cancellati entro 48 ore. I server inoltre, al contrario di quanto si è detto, sono americani e non russi (es. Amazon AWS e Google Cloud). Questa è quanto dichiarato dal CEO di FaceApp Yaroslav Goncharov, il quale ha anche comunicato che gli utenti possono inviare la richiesta di cancellazione dei propri dati dai server tramite l’app. Ovviamente, non sappiamo se ciò sia vero ma, vale la pena ricordare, che carichiamo continuamente le foto dei nostri volti sui server di colossi come Facebook o Google e sembra strano ricordarsene soltanto adesso. Tu cosa ne pensi di tutta questa faccenda?
     
  • in

    Magnet Balls Pro

    Sei un fan dei giochi da sala giochi?

    Bene, l'app di oggi ricalca un grande classico degli anni 90. Con Magnet Balls Pro dovrai combinare almeno 3 palle dello stesso colore. Punta il dito e concentrati, la velocità e la mira faranno la differenza!

    Che aspetti? Divertiti con l'AppGratuita di oggi.


  • in ,

    Quanto sei assumibile? Scoprilo con un’app!

    Per quanto demonizzati, ormai i social fanno parte della nostra vita a tutti gli effetti, tanto che gli stessi recruiter danno una sbirciatina ai vari account social dei candidati prima o dopo un colloquio. In questo contesto s’inserisce una nuova app, Hireable Analytics, una nuova piattaforma che monitora il tasso di assumibilità di chi sta cercando lavoro. L’app, disponibile sia per Android che iOS, si basa su un algoritmo che riesce ad analizzare le immagini del profilo sulla base della cosiddetta teoria “saggezza della folla”. Ciascun utente di Hireable, infatti, verrà valutato in maniera anonima dagli altri membri della community ed in base al rating ottenuto si avrà un punteggio basato su: foto, mansione di lavoro e settore lavorativo. In questo modo, ciascuno potrà constatare qual è la prima impressione che suscita agli altri e, magari, perfezionare il tiro. Un ottimo strumento quindi visto che, in generale, non c’è una seconda occasione per una buona prima impressione!  
     
  • in

    Problemi con le notifiche, in particolare con i dispositivi Bluetooth

    In queste ultime ore, diversi utenti Android stanno segnalando strani bug con le notifiche, specialmente quando sono in uso degli accessori Bluetooth. Android Police, infatti, ha segnalato che tali disguidi sono diversi da caso a caso ma ci sono, principalmente, 3 tipi di problemi che sembrano ripetersi. Il primo riguarda il suono delle notifiche, che sembra ripetersi più di una volta (anche fino a tre volte consecutive) per la stessa notifica. Un altro problema riscontrato è che le notifiche, nonostante vengano lette, tendono a riapparire (sempre le stesse) subito dopo e, infine i suoni di notifica che vengono riprodotti anche se il volume è impostato in modalità silenziosa. Finora, nemmeno Google ha ben capito quale sia la causa principale di questo problema, in quanto sembra essere esteso a più dispositivi Android (es. il Galaxy S8 / S9 / S10) ed accessori Bluetooth (es. le cuffie Bose QC35). Se anche tu stai sperimentando questi problemi, quindi, non preoccuparti...non sei il solo!
Load More
Congratulations. You've reached the end of the internet.