Latest stories

  • in

    Google Chrome nuovo aggiornamento in arrivo

    Google Chrome si sta rifacendo il look, riprogettando l’interfaccia della funzionalità di completamento automatica che molti utenti trovano decisamente utile. Questa funzione, infatti, consente di memorizzare le password, le informazioni dei vari account, gli indirizzi e le carte di credito e di debito. Ciò è molto utile non solo per far risparmiare tempo prezioso, ma può anche essere utile nel caso ti dimenticassi alcune password. Android Police è stata la prima a individuare le modifiche all'interfaccia utente dell’autocompletamento: la nuova interfaccia rimuove la selezione delle password da una lista scorrevole ed integra, invece, indirizzi e metodi di pagamento nella parte alta della tastiera dello smartphone dell'utente. Ad esempio, se vai su un sito e vuoi inserire una password, con la nuova interfaccia vedrai l'account e la password pertinenti visualizzati nella parte superiore della tastiera, offrendoti un rapido e sicuro accesso. Il nuovo look è molto più pulito dell'attuale sistema di riempimento automatico di Chrome che spesso stride con il poco spazio sul display di un dispositivo, in particolare sui dispositivi mobili. Quando sarà disponibile? La prossima versione di Chrome (79) dovrebbe atterrare per tutti gli utenti il 10 dicembre.
     
  • in

    Rumors: iPhone 12 potrebbe ridursi nel 2020

    Ogni volta che Apple mette mano al design dei propri prodotti, sembra sempre un grande evento. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che siamo stati sempre condizionati ad aspettarci aggiornamenti incredibili. Ecco quindi che i primi rumors in merito all’iPhone 12 sono stati accolti con grande stupore. Phonearena.com ha infatti diffuso dei primi concept raffiguranti il prossimo iPhone: sembrerebbe che il prossimo melafonino non avrà più i contorni morbidi degli ultimi anni, per tornare ad un design più simile ad iPhone 4 e 5. È ovviamente ancora troppo presto per poter affermare che gli iPhone 2020 saranno esattamente così ma, possiamo pensare che, ci siano ottime possibilità. Quali saranno le altre novità? Al momento, sembra che il notch sarà più piccolo ma non scomparirà e avrà una fotocamera quadrangolare sul retro dotata di una videocamera Time-of-Flight (o ToF) in grado di misurare la profondità in modo molto più accurato rispetto ad una fotocamera normale. Infine, Ming-Chi Kuo ha anche affermato che Apple potrebbe ridurre le dimensioni dello schermo, passando da 5,8 pollici a 5,4 pollici. Ciò che PhoneArena non può mostrare, sono però  i cambiamenti interni che anche Apple ha pianificato: il più grande è, forse, l'inclusione del 5G su ogni modello (di cui vi abbiamo già parlato), ed il tanto atteso passaggio a USB-C. Chi vivrà vedrà!

    Photos credit: phonearena.com

  • in

    Il Black Friday in anticipo su Amazon, fino al 12/11

    Non vedi l’ora di cambiare smartphone o di comprare qualche accessorio tech? Ottime notizie, non dovrai aspettare il Black Friday. Da ieri, infatti, Amazon ha dato il via alla promozione “Tesori Nascosti”, dove potrai trovare ogni giorno, per cinque giorni, nuove offerte suddivise per categorie. Durante questi giorni di sconti (dall'8 al 12 novembre), inoltre, potrai usufruire di buoni sconto, su tantissimi prodotti, da inserire nel carrello prima di procedere al pagamento. Infine, non dimenticare di tenere sott’occhio anche le offerte lampo, cioè dei prodotti che resteranno scontati solo per alcune ore o fino ad esaurimento. Qualche esempio? Apple iPhone 11 (64GB) a 796€; Apple Watch Series 5 (GPS, 40 mm) a 448€; Apple iMac / 21,5 pollici a 595€; Xiaomi Mi 9T Smartphone295,20€; Huawei Psmart 2019 (Aurora Blu) a 169€; Cuffie Bluetooth Senza Fili iTeknic32,19€; Sony KD-43XG70, Smart TV LED da 43 pollici a 499€ e…molto molto altro. Non vogliamo farti salire l’ansia ma, pensa che potrebbe essere una buona scusa per risparmiare qualcosa sui regali di Natale!

    Vai alla pagina

     
  • in

    Google lancia l’app Android Auto per utenti Android 10

    Google ha recentemente integrato Android Auto al sistema operativo Android 10, eliminando la necessità di un'app separata. Ciò è stato probabilmente fatto con l’intento di spingere Google Assistant, del quale però non si hanno ancora avuto notizie. Così, al fine di evitare di lasciare gli utenti di Android 10 orfani, a settembre Google ha promesso che avrebbe rilasciato una nuova apposita app. Detto fatto: l’app, dal nome "Android Auto per i telefoni”, è adesso disponibile sul Play Store ma è compatibile solo con alcuni dispositivi Android 10. L’icona è rimasta la stessa dell’app precedente e ti consentirà, appunto, di usare Android Auto sullo schermo del tuo smartphone. BigG ci tiene però a sottolineare che “se hai Android 10 e un'auto compatibile con Android Auto, puoi proiettare contenuti sul display dell'auto senza scaricare questa app. Per iniziare devi semplicemente collegare il telefono”. Intanto Google sta anche lavorando su un sistema operativo Android Automotive incorporato che inizierà a comparire nelle auto prodotte da Volvo, Renault-Nissan e General Motors nei prossimi anni, eliminando completamente la necessità di uno smartphone.
     
  • in

    Apple investirà $ 2,5 miliardi per la crisi immobiliare in California

    Apple ha annunciato un finanziamento da $ 2,5 miliardi per aiutare a far fronte alla crisi immobiliare in California, che è peggiorata in parte a causa della rapida crescita delle società tecnologiche. A San Francisco, infatti, circa 7000 persone sono senza tetto e c’è una carenza di case a prezzi accessibili in tutta la Bay Area, il che sta facendo allontanare i lavoratori a medio e basso reddito. "Un alloggio accessibile significa stabilità e dignità, opportunità e orgoglio", ha dichiarato Tim Cook, CEO di Apple, in un comunicato stampa, affermando anche che Apple si sarebbe impegnata per far parte della soluzione. Il denaro non verrà distribuito immediatamente in un'unica soluzione. Apple ha dichiarato che "occorreranno circa due anni per essere pienamente utilizzati a seconda della disponibilità dei progetti". I soldi guadagnati per i progetti saranno "reinvestiti in progetti futuri nei prossimi cinque anni”. Questa bella notizia però, non è stata ben accolta da tutti. I critici, infatti, affermano che l'afflusso di aziende tecnologiche e dei loro lavoratori ben pagati ha contribuito alla crisi abitativa in corso e, pertanto, sia un po' ipocrita questa nuova iniziativa. Altre società tecnologiche, come Google e Facebook, hanno annunciato pacchetti finanziari con obiettivi simili ma quello di Apple, al momento, resta il più ingente.
     
  • in

    Il prossimo iPhone? Costerà il 35% in più!

    In un nuovo rapporto di AppleInsider, il celebre analista Ming-Chi Kuo ha rivelato che il desiderio di Apple di equipaggiare ogni iPhone del 2020 con il 5G comporterà alcuni drammatici aumenti di prezzo. La lievitazione dei costi dipenderà, per lo più, dalla scheda logica necessaria per supportare la tecnologia 5G, così come le nuove antenne che porteranno ad un aumento dei costi dei produzione del 35%. Kuo rivela infatti che la scheda logica è uno dei componenti più costosi di un iPhone e sottolinea come, al momento, le aziende concorrenti hanno dovuto aggiungere un costo di circa $ 400 al prezzo di uno smartphone che supporti questa tecnologia (es. Galaxy S10). Sembra quindi inevitabile che gli utenti Apple dovranno sostenere una spesa maggiorata di diverse centinaia di euro per la prossima versione del melafonino. Dal canto suo, Apple è famosa per aumentare i prezzi degli iPhone pur mantenendo straordinariamente elevato l’indice delle vendite ma, probabilmente, con gli iPhone 2020 potrebbe spingere i propri clienti davvero al limite.  
  • in

    Microsoft lancia una nuova app Office per Android

    Microsoft ha appena rilasciato una nuova app beta per Android che combina tutti gli strumenti essenziali di Office:Word, Excel, PowerPoint e altro. In questo modo, l'app ti permetterà di creare, modificare e gestire documenti sul tuo telefono o tablet Android. Puoi persino collaborare online a determinati documenti con amici e colleghi tramite l'app (qualcosa di simile a Fogli di Google, Documenti, ecc). Una caratteristica straordinaria è la possibilità di creare file PDF da una foto o convertire file Word, Excel e PowerPoint in PDF, oltre alla possibilità di firmare i documenti/PDF con un dito e quindi inviarli. Microsoft Office beta migliora anche la condivisione dei file tra telefono e computer o dispositivi mobili nelle vicinanze. Inoltre, la capacità integrata di scansionare rapidamente i codici QR è un'altra caratteristica sorprendente. Non è la prima volta che Microsoft testa un'app Office all-in-one sulla piattaforma mobile e, trattandosi di un’app attualmente in fase beta, sicuramente avrà alcuni bug e problemi. Mentre scriviamo, sembra che Microsoft abbia rimosso l'app dal Play Store e si hanno così due possibilità: aspettare che l’app definitiva (non beta) venga ripubblicata, oppure scaricarla dal sito di terze parti. Vi basterà cliccare sul link per accedere alla pagina, ci teniamo però a ricordarvi di preferire sempre il Google Play Store per scaricare le vostre app!
     
  • in

    Finalmente puoi sbloccare WhatsApp con le tue impronte digitali

    WhatsApp ha annunciato che, finalmente, anche l’app Android può essere sbloccata utilizzando l’impronta digitale. Sono ormai diversi mesi che la funzione della sicurezza biometrica era stata integrata per l’app iOS ed eravamo tutti in attesa che ciò accadesse anche per gli utenti Android. Sostanzialmente si tratta di un ulteriore livello di sicurezza, simile a quello che potresti trovare in un’app bancaria dove, dopo aver sbloccato il telefono, ti viene richiesta l’impronta per poter accedere a WhatsApp. L'aggiornamento non sembra essere ancora disponibile in tutto il mondo, ma si stia diffondendo pian piano. WhatsApp afferma inoltre che sarai in grado di attivare questa opzione dal menu delle impostazioni dell'app, così come potrai impostare  per quanto tempo l’app debba rimanere sbloccata (da 1 a 30 minuti) in modo tale da evitare di inserire l’impronta ogni volta il tuo smartphone vada in stand-by. Infine, poi anche impedire che il contenuto dei tuoi messaggi venga visualizzati nelle notifiche. Ciò significa anche da adesso chiunque può prendere in mano il tuo smartphone, tanto non avrà alcuna possibilità di leggere le tue chat. È solo questione di tempo, speriamo l’aggiornamento arrivi presto!  
  • in

    Il tuo vecchio iPhone rischia di non funzionare più da domani

    Hai un iPhone5 o conosci qualcuno che lo possiede? Ecco, non si può più rimandare l’aggiornamento. Apple ha infatti avvisato tutti i possessori di iPhone/iPad meno recenti che, se non effettueranno l’aggiornamento 10.3.4 entro domani 3 novembre, perderanno alcune funzionalità che si basano sull'ora e sulla data corrette. Ciò significa che potrebbero non essere più in grado di scaricare app dall'App Store, accedere alla posta elettronica, navigare sul Web e mantenere i servizi di localizzazione GPS. Sebbene la 10.3.4 (per alcuni device anche la 9.3.6.) non sia l'ultima versione del sistema operativo, è la più aggiornata disponibile per i modelli più vecchi: iPhone 5 e 4, iPad mini, iPad 2 e tutti gli iPad di terza generazione. Dopo il 3 novembre, gli aggiornamenti wireless non funzioneranno più. Apple afferma che gli utenti che non rispettano la scadenza dovranno prima eseguire il backup e il ripristino del dispositivo utilizzando un computer prima di poter scaricare la nuova versione di iOS "perché gli aggiornamenti software over-the-air e iCloud Backup non funzioneranno".  Ti ricordiamo che per aggiornare tuo iPhone o iPad ti occorre andare su Impostazioni> Generali> Aggiornamento software.  
  • in

    AirPods Pro, da oggi in vendita in tutti i negozi

    Dopo tantissime indiscrezioni, lunedì Apple ha annunciato a sorpresa il lancio dei nuovi auricolari, gli AirPods Pro, con un design e funzionalità aggiuntive rispetto ai modelli precedenti. In particolare, AirPods Pro offre la cancellazione attiva del rumore: Apple ha infatti integrato due microfoni in ciascun auricolare per ascoltare il rumore di fondo e annullare attivamente il suono intorno a te. La società ha anche integrato l'equalizzatore adattivo per sintonizzare le frequenze basse e medie in tempo reale a seconda della forma delle orecchie. Il design degli AirPods Pro è leggermente diverso dagli AirPods: sono più corti, fabbricati in silicone flessibile e sono inoltre resistenti al sudore e all'acqua. Apple afferma che la durata della batteria è la stessa dei normali AirPod: quattro ore e mezza di ascolto ininterrotto con cancellazione attiva del rumore e tre ore e mezza di utilizzo con una singola carica. Anche la custodia di ricarica ha un aspetto leggermente diverso: la forma è ora rettangolare ed è dotato di una porta Lightning e ricarica wireless. A partire da oggi sarà sia possibile trovarli nei negozi al prezzo 279€, che prenotarli online dove anche Amazon ha dato il via alle pre-ordinazioni al prezzo minimo garantito con consegne previste per la metà di novembre.  
Load More
Congratulations. You've reached the end of the internet.
Back to Top
Close