Latest stories

  • in

    Un Apple Watch per il tuo dito? Il nuovo brevetto rivela sia possibile

    Amazon ha da poco annunciato il proprio anello intelligente (Echo Loop) ed Apple sembra proprio non voler esser da meno. Secondo un rapporto scoperto da Patently Apple, infatti, Apple ha ottenuto un brevetto per un "dispositivo elettronico ad anello” in grado di interagire in modalità wireless con il tuo iPhone o MacBook. L'Apple Ring proposto (per la mancanza di un nome migliore) avrebbe un touchscreen e un microfono, ospiterebbe un processore per computer, un ricetrasmettitore wireless e vari sensori, oltre ad una propria fonte di alimentazione ricaricabile. Il dispositivo descritto, inoltre, avrà anche sensori biometrici per il monitoraggio del fitness e della tua salute. Il trasmettitore wireless potrebbe servire anche per sbloccare un altro dispositivo, come un iPhone, a seconda della vicinanza con esso, sincronizzando al contempo le informazioni di chi lo indossa. Sembrerebbe, quindi, un prodotto volto a sostituire o integrare l’Apple Watch. Non vi è nessuna informazione ufficiale al riguardo, per il momento si tratta di solo di un brevetto, uno dei tanti che Apple archivia ogni anno, ma questo potrebbe non rimanere solo sulla carta. Dal momento che Amazon Echo Loop è ufficialmente in lavorazione, Apple potrebbe davvero voler dare filo da torcere ai suoi concorrenti.  
  • in

    Ecco come usare le Memoji su WhatsApp con Android

    I tuoi amici con gli iPhone stanno facendo gli splendidi su WhatsApp inviando stickers con i loro volti? Beh, adesso ti spieghiamo come fare per poterli inviare anche tu dal tuo device Android. Prima di iniziare, sappi però che avrai bisogno di un amico o un conoscente che utilizza un iPhone aggiornato a iOS 13. Il primo passo è quello di chiedigli di creare un Memoji che ti somigli (o uno a tuo piacimento). A questo punto, dal suo iPhone dovrai seguire questi passaggi: apri WhatsApp, apri la chat con te, premere sul campo di immissione del testo, poi andare nella sezione delle emoji, fare wipe verso destra, selezionare le Memoji create per te ed inviartele una alla volta.  .                      Adesso, prendi il tuo device Android, premi su ciascun adesivo che ti è stato inviato e salvalo, aggiungendolo ai preferiti. Da questo momento in poi, avrai anche tu le tue Memoji da poter usare come e quando vuoi, senza bisogno di avere un iPhone.
     
  • in

    Waze da oggi ti dirà  il costo dei tuoi itinerari

    Google Maps è l'app di navigazione più popolare al mondo, ma Google ha un altro asso nella manica, Waze, che può offrire un'esperienza di navigazione ancora migliore. Waze, infatti, ha finalmente reso disponibile anche in Italia una nuova funzione per sapere il costo esatto delle strade a pedaggio presenti sul nostro itinerario. L'aggiornamento, sia per iOS che per Android, era prima disponibile solo per gli Stati Uniti e in Canada ma, da oggi, anche gli utenti italiani avranno la possibilità di scegliere se evitare le strade a pedaggio oppure sapere fin dal principio quanto costerà quel determinato tragitto. L’idea è chiaramente quella di dare ai conducenti la possibilità di evitare i pedaggi, aiutandoli anche a valutare se hanno i soldi a portata di mano. Google, quindi, sembra voler potenziare quest'app sempre di più: ad esempio, non ha ancora introdotto questa funzione su Maps (dove sono ancora gli utenti a dover segnalare i prezzi all'interno dell'app) e questo è solo uno degli ultimi aggiornamenti dopo aver ricevuto l'integrazione di Google Assistant solo poche settimane. Cosa ci aspetterà il futuro?
     
  • in

    Un nuovo iPhone SE entro il primo trimestre 2020?

    Secondo il noto analista Apple Ming-Chi Kuo, Apple lancerà la prossima versione di iPhone SE 2 nel primo trimestre del 2020. Il nuovo device sarà più conveniente rispetto al resto della gamma iPhone, avrà un processore A13 con 3 GB di RAM ed il design dell’iPhone8. Al momento Kuo non prevede un prezzo esatto per il nuovo smartphone ma, se consideriamo che l'iPhone SE da 4 pollici era in vendita a $ 349 e che L'iPhone 8 da 4,7 pollici è attualmente in vendita a $ 449, presumibilmente, quando verrà lanciato il nuovo SE, Apple smetterà di produrre iPhone 8. A questo punto, possiamo presuppone che iPhone SE 2, da 32 GB, potrebbe costare intorno ai 399 $. Kuo osserva che il mercato target del nuovo iPhone SE sarebbero i proprietari di iPhone 6 e 6 Plus, che non possono più aggiornare iOS, perdendo così molte delle nuove interessanti funzionalità introdotte da iOS 13. Sarà davvero così?
  • in

    Cosa aspettarsi all’evento Google di domani?

    Domani 15 ottobre, alle 16:00 ore italiane, Google darà il via al suo evento annuale "Made by Google" che, per il secondo anno consecutivo, avrà luogo a New York City anziché a San Francisco. Quest’anno, però, a causa dei tanti spoiler potremmo avere ben poche sorprese. Partiamo con una certezza, quando lo spettacolo si concluderà, finalmente avremo posato i nostri occhi sulla nuova gamma Pixel di Google - Pixel 4 e Pixel 4 XL. Poiché sono passati due anni dall’ultimo aggiornamento della linea di laptop Chromebook, si vocifera che Google presenterà un nuovo Pixelbook dal design più tradizionale. Probabilmente vedremo un nuovo altoparlante intelligente con marchio Nest, alimentato da Google Assistant con un supporto a parete. Infine, potrebbe essere presentato il Pixel Watch e le Pixel Buds 2, le cuffie con Google Assistant integrato e una promettente funzione di traduzione. Sei interessato a qualcuno di questi prodotti? Tieni d’occhio la nostra pagina Facebook dove pubblicheremo il link della diretta streaming di domani!
     
  • in

    Instagram lancia una nuova app

    Pochi giorni fa Instagram ha lanciato “Thread”, un'app di messaggistica ideata per essere utilizzata solo tra gli amici più stretti. L’app, compagna di Instagram, ti permette infatti di condividere rapidamente testo, foto e video solo con il tuo elenco di "amici intimi". Thread ha tre funzioni principali: la prima è la fotocamera. Una volta avviata l’app, infatti, si apre la schermata della fotocamera per scattare foto e video da inviare ma, rispetto ad Instagram, qui non troveremo nessun tipo di filtro da applicare ai contenuti. La seconda caratteristica è la posta in arrivo, che è l’equivalente dei direct su Instagram ma, anche in questo caso, è limitata agli amici più cari. Infine, gli status, che è uno degli aspetti più discussi e controversi di Thread. L’app offre infatti la possibilità di condividere aggiornamenti di stato automatici sfruttando la tua posizione: se ti trovi a casa, in ufficio o in un locale, l’app pubblicherà in automatico uno stato diverso (che sarà visibile per un massimo di 4 ore), imparando così a conoscere mano a mano le tue abitudini. Si riaffaccia dunque il problema della privacy, e così Instagram ha prontamente comunicato che gli unici dati con cui entreranno in contatto sono “la tua posizione, i tuoi movimenti, il livello della tua batteria e la connessione alla rete cellulare per determinare quali informazioni di contesto condividere”. È vero, si tratta di una quantità notevole di informazioni ma non dobbiamo dimenticare che molte altre app raccolgono informazioni simili.  
  • in

    Levi’s e Google lanciano giacche di jeans tecnologiche

    Proprio così, Levi's e Google stanno lanciando nuove giacche di jeans in grado di rispondere alle telefonate e gestire la riproduzione dei tuoi brani preferiti. Il marchio denim con sede a San Francisco sta infatti rinnovando due delle sue giacche più iconiche che, grazie alla partnership con Google, diventeranno super “smart”. Una piccola scheda telefonica, chiamata Jacquard Tag, sarà infatti applicata nel polsino della giacca e ti permetterà di utilizzarlo come fosse un touchpad. Lo scopo della giacca Jacquard è infatti proprio quello di lasciare il telefono in tasca, ma rimanere connessi. Diverse gestures ti permetteranno le più diverse azioni, come ad esempio utilizzare il tag come telecomando per la fotocamera del tuo telefono e poter così scattare foto solamente toccandoti il polsino. Ma parliamo di prezzi. Le giacche costeranno $ 198 (versione classica) e $ 248 (versione Sherpa). Cosa ne pensi?
  • in

    iOS 13, già disponibile il primo aggiornamento!

    Neanche il tempo di lanciare iOS 13 che è già tempo del primo aggiornamento per la correzione dei primi bug. Si tratta di iOS 13.1.2, pronto per il download, finalizzato a risolvere alcuni problemi che incidono sui backup di iCloud, la fotocamera ("risolve un problema a causa del quale la fotocamera potrebbe non funzionare"), la torcia, il Bluetooth e l'HomePod. Inoltre corregge un bug insolito che "potrebbe comportare una perdita di dati di calibrazione del display". Qualora non ti fosse arrivata la notifica, puoi scaricare manualmente l'ultimo aggiornamento iOS e iPadOS andando su Impostazioni -> Generale -> Aggiornamento software. Certo, è un peccato che iOS 13 abbia già riscontrato i primi problemi ma…Apple non sta perdendo tempo ad affrontarli.
     
  • in

    Apple, iPhone 11 è già “esaurito” in India

    Non si parla di altro da giorni, la nuova serie di iPhone 11 è ufficialmente realtà ma, mentre la nuova offerta Apple sembra aver ricevuto una risposta “tiepida” in Cina, la situazione in India è decisamente differente. Cosa sta accadendo in queste ore? Come tutti sappiamo, la serie Apple iPhone 11, lanciata ufficialmente il 10 settembre 2019, arriverà nei negozi il 27 settembre ma in India risulta già “out of stock” in fase di pre-ordine, sia su su Amazon che Flipkart. In effetti, dietro questo entusiasmo, si celano dei forti sconti che hanno così ridotto di molto il prezzo dei nuovi device Apple. In Cina, invece, la completa mancanza di entusiasmo sembra esser dovuta al fatto che i nuovi iPhone non siano abilitati per il 5G, specifica tecnica invece presente negli smartphone rivali Huawei e Vivo. Come andranno le vendite in Italia?  
  • in

    Adware trovato in altre app con oltre 1,5 milioni di installazioni

    Settimana nuova, virus nuovo! Questa volta, un rapporto ha rilevato che due app di fotografia del Google Play Store, con bel oltre 1,5 milioni di download, nascondevano un adware. Il rapporto, proveniente dalla società di sicurezza mobile Wandera, afferma che le app in questione mostravano delle pubblicità pop-up, le quali attivavano dei servizi in abbonamento. Di quali app si tratta? La prima si chiama Sun Pro Beauty Camera e ha avuto oltre 1 milione di download, mentre la seconda app - Funny Sweet Beauty Camera - ha avuto poco più di 500.000 download e, fortunatamente, sono state entrambe rimosse dal Play Store. Queste, pertanto, sono altre app che si vanno ad aggiungere alle precedenti 85 app eliminate lo scorso mese dallo Store di Google. Qualora tu non lo abbia fatto, procedi subito alla rimozione di queste fastidiose app (assicurandoti di averle davvero eliminate della tuo device) e condividi la notizia con i tuoi amici!
Load More
Congratulations. You've reached the end of the internet.
Back to Top
Close