More stories

  • in

    Saresti voluto essere un regista di catone animati? Da oggi puoi!

    Con Directoon - animazione, infatti, potrai creare un cartone animato inventando personaggi e facendoli parlare con la tua voce. Potrai scegliere tra 1 o 2 caratteri, le varie animazioni, le scenografie e…ciak si giraaa! Quando sarai pronto, potrai avviare la registrazione della tua voce e far parlare i tuoi personaggi. Salva e condividi i tuoi cartoni animati con l'AppGratuita di oggi!  
  • in

    Quasi ufficiale, iPhone 2019 con fotocamera quadrata a tripla lente

    Secondo quanto riportato dal blog giapponese Mac Otakara, il prossimo iPhone XS Max e possibilmente anche l’iPhone XS saranno dotati di un sistema di telecamere posteriori a tripla lente inseriti all’interno di una grande sporgenza quadrata sul retro (un po’ come l'Huawei Mate 20 Pro). Il report include alcuni rendering, in gran parte coerenti con quelli precedente condivisi da OnLeaks, quindi possiamo affermare che ci siano elevate possibilità che almeno un iPhone 2019 abbia una fotocamera posteriore a tripla lente. Le fonti di Mac Otakara sostengono infatti che Apple stia preparando i case ufficiali di iPhone con "grandi buchi" sul retro, presumibilmente per il dosso quadrato. Apple starebbe pertanto seguendo le orme dei produttori di smartphone Android come Samsung e Huawei aggiungendo una terza lente, che dovrebbe comportare un miglioramento del rilevamento 3D e altri benefici. Infine, anche la fotocamera frontale TrueDepth, passerà da 7 a un sensore di 10 megapixel.  
     
  • in

    Spotify ha presentato un reclamo antitrust contro Apple

    Il colosso svedese, ieri mattina, ha presentato una denuncia contro Apple alla Commissione Europea accusandola di aver abusato della propria posizione di proprietario dell'App Store per soffocare la concorrenza. In particolare, Spotify afferma che, dovendo pagare ad Apple una percentuale del 30% su tutti gli acquisti in-app, pone gli sviluppatori in una situazione davvero difficile. Il risultato, infatti, è quello di riversare tali costi sui consumatori (motivo per cui è stata costretta ad aumentare la tariffa mensile del servizio premium da 9,99€ a 12,99€) oppure rifiutarsi dal pagare tale commissione andando incontro a tutta una serie di ostacoli imposti da Apple. Spotify, quindi, afferma che il produttore di iPhone stia limitando ingiustamente i rivali del proprio Apple Music, danneggiando la scelta dei consumatori e soffocando l'innovazione attraverso le regole che applica sull'App Store. Spotify ha inoltre lanciato una campagna stampa, tra cui un sito web dedicato al comportamento sleale di Apple ed un video di YouTube che spiega le lamentele dell'azienda.  
    [embed]https://www.youtube.com/watch?v=l8SShgWqJvg[/embed]
     
  • in

    Gli iPhone con batterie di terze parti sono ora idonei per le riparazioni

    Grazie ad un aggiornamento della policy riguardante i criteri di riparazione, da ora in poi, anche gli iPhone con batterie riparate/sostituite da terze parti potranno essere riparati presso i Genius Bars e i fornitori di servizi autorizzati Apple (Apple Authorized Service Providers - AASP). Questo è quanto riportano alcuni documenti interni Apple che sono stati ottenuti da MacRumors e French Outlet iGen. In precedenza, infatti, le policy di Apple stabilivano che gli iPhone precedentemente riparati con componenti non originali di terze parti non fossero idonei a ricevere alcun tipo di servizio di riparazione. Le batterie sono soltanto gli ultimi componenti di terze parti ad essere accettate dalla rigida politica di riparazione di Apple, in quanto la società aveva già cambiato la propria politica di riparazione nel 2017 accettando anche iPhone con display di terze parti. Dopo tante “brutte” notizie in merito alla durata delle batterie Apple, finalmente un segnale di apertura.
     
     
  • in

    AirPods 2, in arrivo a fine mese?

    Secondo alcune indiscrezioni in arrivo direttamente dagli States, Apple potrebbe presentare i nuovi AirPods all’evento che avrà luogo il 25 marzo presso lo Steve Jobs Theatre di Cupertino. È vero che questo evento sarà focalizzato più sui servizi che sull’hardware, ma non è detto che non venga presentato almeno un prodotto nuovo, gli AirPods 2 per l’appunto. Si vocifera, infatti, che già dal 28/29 marzo i nuovi auricolari potrebbero essere disponibili negli store. Tuttavia, se si considera il fatto che potrebbe esser presentato il nuovo caricabatterie wireless (AirPower), piuttosto che il lancio dei nuovi AirPods, potremmo trovarci davanti ad un miglioramento della versione attuale grazie alla ricarica senza fili. Chi è già in possesso degli AirPods, infatti, potrà comunque acquistare, a parte, il case di nuova generazione.
  • in ,

    Huawei accusata di rubare i segreti commerciali di Apple

    Non è un buon periodo per Huawei che, dopo i problemi con gli USA, si trova ad a dover affrontare anche questa accusa. Secondo un rapporto pubblicato ieri da “The Information”, sembrerebbe infatti che l’azienda cinese usi delle tattiche "dubbie" per provare a decodificare la tecnologia di Apple e di altri concorrenti nel mercato dell'elettronica. Secondo The Information, che ha citato fonti anonime, Huawei avrebbe contattato fornitori e dipendenti della catena di montaggio Foxconn, per informazioni sulle parti utilizzate nei prodotti Apple, dai monitor della frequenza cardiaca Apple Watch ai cavi dei connettori nel MacBook Pro. Secondo il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, Huawei avrebbe un vero e proprio programma che premia i dipendenti per il furto di informazioni, con bonus che aumentano in base al valore confidenziale delle informazioni raccolte. Mentre il furto di segreti commerciali non è una novità tra le aziende tecnologiche, le nuove accuse contro Huawei rappresentano "un sistema più sfacciato ed elaborato di ricerca di informazioni segrete", riporta The Information.
  • in

    Apple ammette di rallentare i vecchi iPhone

    Apple è stata costretta a pubblicare, sulla propria homepage italiana, una "dichiarazione rettificativa" in merito alla causa persa alla fine del 2018, dove l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), aveva dichiarato Apple e Samsung colpevoli di "obsolescenza programmata”. Apple era stata infatti accusata di non aver fornito informazioni adeguate sull'impatto dell'aggiornamento iOS 10.2.1, il quale ha introdotto il famigerato rallentamento delle prestazioni degli iPhone con batterie chimicamente esaurite o non funzionanti. Per trovare l’avviso, dovrai scorrere la homepage del sito italiano fino alla parte inferiore. Non è stato, invece, ancora pubblicato un commento ufficiale in merito alla questione.
     
  • in

    Apple rilascia la seconda beta iOS 12.2

    Ricordi quando avevamo parlato dei problemi causati da iOS 12.1.3? Bene, ieri Apple ha rilasciato una nuova versione beta di iOS 12.2 al fine di risolvere i vari bug ed aggiungere alcune novità. Per il momento, questa versione è destinata agli iscritti al programma di testing ma segna il primo cambiamento di software della prima metà del 2019. Tra i vari bug che verranno risolti vi è, senza dubbio, quello relativo alla privacy FaceTime ed alla percentuale della batteria. Se, invece, possiedi un iPhone X, XS, XS Max o XR, avrai 4 nuove Animojis (squalo, gufo, giraffa e cinghiale) che funzioneranno anche durante le chiamate FaceTime. Aspettiamo quindi il rilascio, per tutti, di iOS 12.1.4. anche per vedere se queste indiscrezioni arrivate da 9to5mac siano, come sempre, veritiere.  
  • in

    L’aggiornamento di iOS 12.1.3 causa il bug “nessun servizio”

    L'ultimo aggiornamento iOS di Apple, rilasciato la scorsa settimana, sta influendo sulla connettività impedendo a numerosi utenti di connettersi alle proprie reti mobili. Marius Nestor di Softpedia ha riferito di aver riscontrato questo problema e di non essere riuscito a risolverlo nemmeno abilitando e disabilitando, più volte, la modalità aereo. Dopo di lui, numerosi utenti hanno riscontrato questo problema che è stato risolto solo dopo aver riavviato il device almeno due volte. Ma non finisce qui. Sembra infatti che vi siano anche problemi ad agganciarsi alle reti WiFi. Per evitare questi noiosi problemi, pertanto, vi consigliamo di non eseguire l'aggiornamento a iOS 12.1.3 finché il bug non verrà risolto e rilasciata una nuova versione.  
  • in

    iPhone 2019: tripla fotocamera e flash circolare

    Molti di noi non hanno ancora fatto in tempo ad acquistare gli iPhone presentati qualche mese fa, che sono già spuntati i primi rendering del presunto prototipo dell'iPhone 11, più piccolo e più sottile. Le immagini trapelate da Onleaks, mostrano infatti una tripla fotocamera posteriore tornata per orizzontale ed un flash circolare. Le immagini dei prototipi, in realtà, sono due ma Oneleaks afferma siano entrambi autentici e circolanti attualmente negli impianti di produzione in quanto parte del processo EVT (Engineering Validation Testing) di Apple, il che significa che potremmo vederne uno, entrambi (divisi tra i vari modelli) o che non vengono lanciati tempo. Dopo le perdite iniziali, anche il Wall Street Journal ha riferito che l'iPhone 11 di fascia alta sarà effettivamente dotato di un sistema a telecamera tripla sul retro del dispositivo, il notch di dimensioni più contenute ed il nuovo obiettivo (il terzo) dovrebbe ospitare un sensore 3D potenzialmente rivoluzionario. Resta da vedere se questi cambiamenti riaccenderanno l'interesse dei clienti dopo le deludenti vendite della gamma attuale.
  • in

    La produzione degli iPhone di fascia alta potrebbe trasferirsi in India

    Secondo un nuovo rapporto, a partire dal prossimo anno, Apple trasferirà in India la produzione di iPhone di fascia alta. Il partner di produzione sarà Foxconn ed Apple investirà 356 milioni di dollari nel Paese per espandere il suo attuale impianto di produzione di iPhone. L’investimento creerà fino a 25.000 posti di lavoro e ridurrà la presenza manifatturiera di Foxconn (e di Apple) in Cina. Foxconn, in realtà, ha già assemblato iPhone di fascia bassa, compreso l'iPhone SE, in India. La nuova decisione di spostare l'assemblaggio dalla Cina all'India, segna pertanto un importante cambiamento nella politica aziendale sia per Foxconn che per Apple e potrebbe rivelarsi fondamentale per mantenere bassi i costi degli iPhone. Gli Stati Uniti e la Cina, infatti, stanno vivendo un momento di tensione e, se scoppiasse una vera e propria guerra commerciale tra i paesi, le tariffe degli iPhone potrebbero aumentare significativamente. Spostare la produzione in India, quindi, potrebbe ridurre tale rischio ed aiuterebbe Apple a migliorare le sue relazioni nel mercato indiano - di importanza cruciale - in cui la classe media è in forte rialzo e le tasse di importazione sui prodotti che le aziende vogliono vendere sono ancora piuttosto elevate.  
  • in

    Amazon espande il suo assortimento di inventario Apple, compresi i dispositivi più recenti

    Secondo un rapporto di CNET, Amazon ha da poco firmato un nuovo accordo con Apple che consentirà al rivenditore di aumentare la selezione dei prodotti Apple presenti sul proprio sito. L’accordo, confermato da Amazon a TechCrunch, offrirà ai rivenditori autorizzati da Apple la possibilità di vendere un'ampia gamma di dispositivi, tra cui anche gli ultimi iPad Pro, iPhone XS e XR, Apple Watch Series 4 oltre alle cuffie Beats. Fino ad ora, infatti, questi prodotti erano disponibili su Amazon solo attraverso venditori terzi ed i prezzi erano davvero altalenanti. Al riguardo, un portavoce Amazon ha affermato: “Amazon è costantemente al lavoro per migliorare l'esperienza del cliente, e uno dei modi in cui lo facciamo è aumentare la selezione dei prodotti che sappiamo che i clienti vogliono. Non vediamo l'ora di espandere il nostro assortimento di prodotti Apple e Beats a livello globale.“ Le due aziende rivali feroci per anni, sembrano ora lavorare insieme amichevolmente. Che questo possa portarci un beneficio in vista del Black Friday?
     
     
Load More
Congratulations. You've reached the end of the internet.